Stagione finita per Remco, Super Jumbo e Fuglsang

Un altra grande settimana di ciclismo è andata in archivio. Dal dominio della Jumbo Visma alla brutta caduta di Remco Evenepoel, ecco quanto accaduto.

Stagione finita per Remco

Giusto una settimana fa stavamo elogiando la condizione “paurosa” del giovane belga che aveva già messo nel mirino la maglia rosa del Giro. Purtroppo dovrà rimandare all’anno prossimo tale obiettivo. La spaventosa caduta avvenuta al giro di Lombardia lo ha costretto a concludere anzitempo la sua stagione. Dal letto dell’ospedale ha gia rassicurato i suoi tifosi che tornerà più forte di prima…. e noi ne siamo certi.

Paura per Roglic, prima domina e poi si ritira

Brutta caduta in settimana anche per un altro dei corridori più in forma del momento, Primoz Roglic. Lo sloveno dopo aver dominato in lungo e largo il Giro del Delfinato, è stato costretto a ritirarsi prima della partenza sell’ultima tappa a causa di una caduta sul Col de la Croix. Un incidente che ha coinvolto anche Kruijswijk, Mülhberger, Pinot e Buchmann. 

Allarme rientrato però visto che il che lo scalatore della Jumbo è stato convocato per il ritiro pre Tour presso Tignes, nella Savoia. Superati gli esami di rito il 30enne di Trbovlje si potrà concentrare sul vero obiettivo stagionale, la maglia gialla del Tour de France.

Fuglsang si prende il Lombardia, Vlasov il Giro dell’Emilia

La vittoria della settimana non può ch essere quella del danese dell’Astana che conquista il suo primo Giro di Lombardia. Una vittoria in solitaria dopo aver staccato il trio della Trek (Nibali,Ciccone e Mollema) prima e Bennett poi. La vittoria alla Liegi non era solo un caso e la vittoria al Lombardia è la conferma delle qualità di Jakob Fuglsang.

Menzione speciale anche per Aleksandr Vlasov che ha chiuso sul terzo gradino del podio dopo aver guidato il suo leader alla vittoria. Ieri invece il russo ha avuto gloria personale conquistando il Giro dell’Emilia. Non male come prima stagione nel World Tour per il 24enne russo.

Jakob Fuglsang (Getty Images Sport)

La fuga perfetta di Davide Formolo

Dopo aver collezionato ottimi piazzamenti nelle prime classiche della stagione, Davide Formolo ha mostrato la sua ottima condizione conquistando il tappone alpino del Giro del Delfinato. Una vittoria che nasce dalla fuga mattutina con altri otto corridori. Sul Hors Categorie del Col de la Madeleine ha deciso di lasciare i compagni di fuga e di andarci a prendere la quinta vittoria in carriera dopo una fuga di km in solitaria. Una vittoria impressionante che fa ben sperare per i prossimi impegni. A partire dai campionati italiani di domenica, dove dovrà difendere il successo della scorsa stagione.

Nibali ancora a secco.

Nonostante le ottime premesse del post lockdown, Vincenzo Nibali non è ancora riuscito a incidere in queste prime corse. Anche se la condizione sembra essere sempre più in crescita, il suo migliore piazzamento resta il quinto posto al Gran Trittico Lombardo. Un po’ poco per il campione siciliano che ancora deve trovare il primo successo con la maglia della Trek Segafredo. Lo stesso squalo si è detto ancora lontano dal suo 100%. I prossimi appuntamenti saranno i campionati italiani di domenica, poi affronterà la Tirreno-Adriatico, prima gara a tappe del post quarantena, nella speranza di arrivare pronto per il Giro (al via il 3 ottobre).

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here